Via della Libertà Day 4 Spiagge dello Sbarco e tracce della Easy Company

Ho deciso di arrivare oggi, dopo aver scoperto su internet nei mesi precedenti che dal 20 di Maggio fino alla metà circa di Giugno, tutti gli anni, qui in Normandia c’è questa straordinaria ricorrenza dello sbarco, e da oggi per tre giorni ci sono degli eventi fantastici.

Ci siamo, stamani mi sveglio alle 7:30, coccolato dalla signora che ha preparato una colazione incredibile, marmellatine, biscotti caldi e tanta tanta altra robina fantastica.. Oggi il meteo è ottimo, non mi scordo che sono in Normandia, e qui le giornate di sole non sono molte, nemmeno durante il periodo estivo.

Con la guida, ( scaricata da internet ringraziando l ufficio del Turismo di Isiny sur Mer) parto…………

 

Prima tappa attraverso i paesi storici dello sbarco Carentan, St Come du Mont, saint Mere Eglisse, ecc ecc.

Ed eccomi, ci sono davvero, il viaggio per me comincia qui, ripercorrere la via della Libertà, percorsa dalla 101 Airborne Easy Company, anche protagonista di una serie veramente fantastica in tv.

Qui ovunque mi giro ci sono mezzi storici, funzionanti ovviamente, e gente vestita a tema dappertutto. E fantastico, una ricreazione territoriale impressionante….E questo lo si percepisce immediatamente.

A Sainte Mere Eglisse, c’è l apocalisse, posteggio la moto e m’incammino verso la prima struttura a tiro, e un mercato fantastico con tutto materiale militare dell’ epoca, è incredibile, c e davvero di tutto…..capisco anche il perche’ dei rigidi controlli all ingresso…

 

Fuori, proprio di fronte la famosa Chiesa dove è rimasto il paracadutista sul campanile, che in memoria dello stesso hanno lasciato un paracadute e un manichino.

Traverso la piazza, ed entro in un campo di diversi ettari trasformato per l’occasione nella riproduzione dell’epoca nel campo GERONIMO.

Riparto, Da Sainte Mere Eglisse , non scordandomi che durante lo sbarco in Normandia è stato il primo paese conquistato dagli alleati, direzione Utah Beach, una delle spiagge storiche dello sbarco. Durante il tragitto che dista pochi km, una sorpresa onestamente poco attesa, visto che conoscevo dalla preparazione ogni piccolo dettaglio della zona ormai, il monumento per il quale ho messo in piedi tutto il viaggio.

Questo monumento è dedicato a Richard Winters, Maggiore della Easy Company 101 AIRBORNE. Un’Eroe unico.

Allora, per chi non avesse letto le note organizzative del viaggio, mi spiegherò in poche parole.

Per interesse personale ho sempre come subito un attrazione verso la storia in generale, ma sopratutto per alcuni momenti precisi, uno di questi è la seconda guerra Mondiale, la follia allo stato massimo. Ho visto alcuni anni fà una serie tv, che citavo prima, vi metto il video del Trailer, che si chiama Band Of Brhoters,

dopo un pò ho deciso di acquistare il Libro,

piano piano nel tempo ho scoperto essere stata una serie riprodotta nei dettagli, nei personaggi, e in praticamente tutto in maniera fedele. I superstiti della 101 AIRBORNE nello specifico, Easy Company, ancora vivi hanno aiutato nella sceneggiatura e nei testi completi. Infatti ogni personaggio della serie e un personaggio realmente esistito nella compagnya easy.In un museo ho avuto la fortuna di conoscerne uno, Simpatico……..Frank Perconte, in realtà è l attore James Madio.

Museo Normandia

Proseguo pochi km, e arrivo a Utah Beach, lungo le strade è incredibile quanti automezzi Militari originali viaggino n entrambi i sensi di marcia…. e pieno..Moto, Carrarmati, Camion carichi di gente vestita a tema, e chi più ne ha ne metta…. Arrivo alla spiaggia e qui tutto è un museo, in alcuni punti sembra che in oltre 70 anni non sia cambiato niente, i bunker che sbucano fuori dalla poca vegetazione. La spiaggia che va su dritta per km e inquietante, l aver visto video, immagini ecc ecc, ti mette un senso di ansia tremendo. Faccio due foto e visito il museo dello sbarco. ( oggi è il secondo museo che visito, ma ce ne sono diversi, decine sparsi qua e la, meglio fare un punto su quali vedere e quali saltare) Nei musei c’è più o meno la stessa roba uguale in tutti, alcuni pero come quelli sulle spiagge hanno i documenti di quei luoghi li precisi…molto interessanti.

 

La giornata prosegue sono le 15:00, ma le cose in programma da vedere sono moltissime..

Vado spedito Verso Point du Hoc, una postazione di difesa Tedesca fra le più bombardate del conflitto.

Proseguo alcuni km e arrivo a Omaha Beach, percorro il lungomare, e provo sensazioni uniche. Sono romai le 20:30, decido di fare due foto visto che ci sono solo dei ragazzi che giocano a bocce li dove sono accaduti fatti storici dalla drammaticità unici. Scatto e domani è da qui che ripartiro per le altre tre spiagge.

 

Sono ormai le 21:00, ma non ho ancora capito come mai qui fa buio alle 11 e quindi ho il tempo per rientrare a farmi una doccia e andare a cena fuori. Oggi pensavo che domani sarei dovuto ripartire destinazione Ardenne, ma ho come un senso di andarmene senza avere visto ancora qualcosa, e quindi chiedo alla gentilissima signora se posso trattenermi anche il sabato sera, in modo da avere la giornata di domani completamente a disposizione e parte della domenica, la signora mi dice che devo lasciare però la mia stanza e se non è per me un problema, trasferirmi nella loro abitazione privata dove mi offre gentilmente una stanza, per me un problema? accetto immediatamente senza battere ciglio.  Giornata strepitosa, ho mille immagini nella testa…..che posti, quante cose ho visto. Il tempo di segnare due note nel blocco note della giornata, due foto su fb e crollo anche stasera.

 

Social:
RSS
Follow by Email
Facebook0
Facebook
Google+34
Google+
https://www.riccardoguerrini.it/2017/06/02/4-tappa-tour-delle-spiagge-dello-sbarco-e-tracce-della-easy-company/
YouTube4k
YouTube
Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *