Informazioni utili per il Marocco.

Questa guida l’ho presa da Givi Explorer,  (che ringrazio) per cominciare a farmi delle idee sto leggendo di tutto e di più, questa recensione informativa è davvero molto completa e utile.

DA SOLO O CON GLI ALTRI?

Il Marocco è nel complesso un paese sicuro anche per chi viaggia da solo o con una moglie o un compagno. Le uniche zone a rischio sembrano essere quelle lungo il confine meridionale (tra il Sahara occidentale e la Mauritania), a causa della presenza di campi minati e della regione montuosa nel nord del Paese. Ciò non significa che si possa abbassare la guardia nel resto del paese: l’attenzione deve essere costante, soprattutto nelle grandi città e nelle aree turistiche. Gli attacchi terroristici che sono accaduti nei paesi nordafricani e nella regione del Maghreb lo rendono consigliabile … ma questo è vero anche per la nostra Europa ‘sicura’.

Poi ci sono regole generali come per esempio, e questo è anche da fare se non si viaggia da soli, non andare in giro dopo il tramonto nei sobborghi delle grandi città o lungo percorsi isolati; guidare sempre con prudenza (dato l’alto tasso annuale di incidenti, anche mortali, sulle strade e sulle autostrade del Marocco).
Le strade in Marocco sono generalmente in buone condizioni. Ci sono circa 1.800 km di autostrade, divise in 8 sezioni, dalla A1 alla A8 (dati 2015), e collegano le principali città. I pedaggi sono pagati in contanti.
Il sistema autostradale è completato dalle numerose strade nazionali (la N1 è la più lunga e collega Tangeri con Lagouira). Nuove strade di collegamento sono costruite e aperte ogni anno.
Per quelli di voi che amano viaggiare con una tenda e un sacco a pelo ricordate che ci sono circa un centinaio di campeggi in Marocco, spesso in un bellissimo ambiente naturale. Alcuni offrono alloggio in bungalow o tende tradizionali e spesso hanno piccoli ristoranti e negozi di alimentari.
Il Marocco è facilmente raggiungibile direttamente dall’Europa ed è semplice per te pianificare il tuo viaggio senza il supporto di agenzie specializzate.
Data la sua varietà, che consente di pianificare tour su strada e grandi raid in fuoristrada o una combinazione di entrambi, non è difficile capire quale destinazione ambita il Marocco sia per i viaggiatori in bicicletta di tutto il mondo.
Andrai da solo o con un gruppo di compagni di viaggio? Puoi gestirlo facilmente senza il supporto di un’agenzia locale o di un tour operator.
Possiedi una bicicletta con gomme knobby? Sei un esperto fuoristrada e di conseguenza stai pensando a un’incursione nel Sud del Paese? Il nostro consiglio è comunque di non farlo senza il supporto di una guida di motociclette locale e assicurati sempre di avere una buona scorta di acqua, cibo e benzina.
Ci sono aree dove non c’è assistenza, andare in bicicletta non è facile e le rotte non sono molto accessibili se non sai esattamente dove andare. E questo può accadere anche prima di toccare la sabbia, (ad esempio l’attraversamento del Jbel Saharo, da Boumalne a Ouarzazate, il deserto roccioso, la regione più orientale delle montagne dell’Atlante).
Essere seguito da una guida locale, magari con un veicolo 4 × 4, consente di ottimizzare il tempo, scoprire luoghi che non si vedranno da soli e avere assistenza in caso di cadute o guasti della bicicletta.

Un raid nel deserto marocchino richiede tempo: da cinque a dieci giorni. Un punto di partenza potrebbe essere Tafilalet, un enorme palmeto circondato dal deserto o, meglio ancora, un po ‘più a nord, la città di Erfoud.
Se sei un esperto fuoristrada, puoi facilmente trovare itinerari online adatti alle due ruote. I punti più popolari sono Taouz, Zagora, Tazzarine, la valle del Dadès, le dune Merzouga, Tinfou e Chegaga.

Anche l’idea di attraversare l’off-shore dell’Alto Atlante dovrebbe essere presa in considerazione con il supporto di una guida o agenzia locale.
Per quelli di voi che vogliono avventurarsi oltre, ad esempio attraversando le frontiere nel deserto, raccomandiamo, prima di iniziare il viaggio, di verificare se i confini sono effettivamente aperti. La frontiera meridionale tra il Sahara occidentale e la Mauritania è caratterizzata dalla presenza di campi minati. È necessario attraversare il confine solo lungo il percorso indicato. Infine, i viaggi proprio accanto al confine meridionale con l’Algeria devono essere limitati a ciò che è strettamente necessario.
Ti ricordiamo che il Marocco è un Paese islamico, quindi, per evitare conflitti, devi avere un atteggiamento attento e rispettoso soprattutto se prevedi di visitare luoghi sacri (l’accesso per i non musulmani alle moschee è proibito, ad eccezione del grande moschea “Hassan II” a Casablanca e durante il mese di Ramadan).

ATTREZZATURA PER MOTO

Come accedere al tuo veicolo dipende dal tipo di viaggio che stai pianificando. Se ti fermi su strade asfaltate, cosa che potrebbe anche essere fatta, se lo desideri, con un maxi scooter, hai bisogno di un certo tipo di allestimento. Coloro che mirano all’Alto Atlante o al deserto e, di conseguenza, possiedono un maxi-enduro, devono prestare maggiore attenzione durante la preparazione della propria motocicletta. Per le strade principali e le autostrade sono necessarie borse rigide laterali + borse interne (borse morbide e bisaccia per maxi scooter). Il bauletto aumenta lo spazio utile, soprattutto se viaggi in coppia, ed è uno ‘spazio sicuro’ per i tuoi elmetti. Anche la protezione del motore è fondamentale e, in base al periodo dell’anno, un parabrezza o uno spoiler regolabile potrebbe tornare utile, e quindi piccoli accessori come un supporto GPS, cavi USB e prese per caricare dispositivi elettronici (fotocamera, cellulare, ecc.) .
Per andare fuori strada in Marocco devi essere preparato. Custodie e bauletti in alluminio dedicati. L’aggiunta di sacchi interni facilita il trasporto dei bagagli durante le pause (evitando di dover prendere tutti i bagagli). Il tipo di itinerario richiede serbatoi supplementari di acqua o carburante, insieme a tutti gli accessori tecnici per proteggere il motore da sassi e colpi, come protezioni motore e protezioni carter. Nelle valigie laterali è possibile lasciare spazio a ulteriori borse cargo e la lista di accessori intelligenti quasi essenziali è lunga: dai kit di riparazione pneumatici e di pronto soccorso, all’estensione del cavalletto laterale, dalla coppia di luci extra al booster per avviare la moto quando la batteria è scarica (ma che funge anche da torcia SOS e può fornire energia a qualsiasi dispositivo elettronico senza la necessità di altri accessori).
Sul mercato puoi trovare borse adatte al serbatoio di una bici da enduro. GIVI ha un prodotto speciale nel suo catalogo con una tasca posteriore rimovibile con tasche.

In ogni caso, non lasciare indietro la tua ancora di terra. Più forte è, meglio è: potrebbe fare la differenza … Nel caso qualcuno provasse a rubare la tua bici.

DOCUMENTI PERSONALI E BICI
I motociclisti europei che entrano in Marocco lo fanno di solito dalla Spagna, con uno dei traghetti che collegano spesso e rapidamente Algeciras a Tangeri. Ci sono collegamenti marittimi settimanali anche con Sète (Francia meridionale), Genova e Livorno (verso Tangeri).
I cittadini italiani, e di conseguenza ogni cittadino dell’UE, devono avere un passaporto (con almeno 6 mesi di validità residua). Per soggiorni inferiori a 90 giorni non è richiesto il visto.
Anche la patente di guida italiana è valida per 90 giorni. L’assicurazione moto deve essere completata con una carta verde per il Marocco (a volte le compagnie italiane non la rilasciano, quindi è meglio controllare). Se questo non è il caso è necessario acquistare un’assicurazione locale a breve termine. Le regole possono variare da Paese a Paese: per evitare problemi alla dogana è sempre meglio contattare l’ambasciata del Marocco o il tuo Automobile Club (per gli italiani è l’Ambasciata del Regno del Marocco in Italia Tel .: (+39) 06.85508001 / 02 / 03/04 , e-mail: ambmaroccoroma@maec.gov.ma ).
I motociclisti mettono a riposo le anime: arrivare alla dogana in sella alla tua moto significa sfortunatamente dover subire ricerche e rallentare i controlli personalizzati. Il tuo veicolo sarà registrato nel sistema elettronico doganale e risulterà in ogni punto di frontiera in Marocco.
Nel caso tu stia entrando in Marocco con un veicolo che non è tuo, è consigliabile avere un proxy per guidare dal proprietario, scritto in francese e con una firma autenticata da un notaio.
In caso di incidente o altri motivi che ti impediscono di lasciare il Paese con il tuo veicolo, devi avvisare immediatamente la Polizia, che rilascerà un documento specifico.
Ricorda che non puoi lasciare il Marocco con Dirham su di te.
In Marocco è obbligatorio indossare un casco.
Tracce di alcol nel sangue non sono tollerate. Ciò significa che la concentrazione di alcol nel sangue, in caso di controllo durante la guida, deve essere pari a zero.

CONDIZIONI DI SALUTE

Nessuna vaccinazione è obbligatoria.
Le condizioni di salute sono, nel complesso, soddisfacenti. Le strutture sanitarie pubbliche non sono come quelle europee (per operazioni semplici o urgenti è meglio andare in cliniche private, presenti in ogni città, nel caso ci sia bisogno di essere ammessi i costi potrebbero salire alle stelle quindi è sempre meglio stipulare una copertura assicurativa internazionale le spese mediche e il possibile rimpatrio di emergenza medica Le farmacie sono abbondanti e generalmente ben rifornite Il servizio di ambulanza è generalmente inadeguato
Malattie presenti: casi di epatite, rabbia e, più raramente, tifo (malattie endemiche in Marocco).
L’acqua corrente potabile è potabile nelle grandi città (Rabat, Casablanca) ma è comunque consigliabile bere sempre acqua e bevande da una bottiglia o da una lattina (senza aggiunta di ghiaccio). Evitare di mangiare salumi locali, frutti di mare crudi, verdure crude, frutta non sbucciata e latte non pastorizzato. I problemi gastrointestinali sono frequenti, accompagnati da diarrea e / o vomito e anche febbre.

LINGUA, VALUTA E ALTRI SUGGERIMENTI

Lingue ufficiali: arabo e amazigh (berbero). Il francese è molto diffuso, la conoscenza dello spagnolo e dell’italiano è buona, l’inglese è poco conosciuto.

Valuta ufficiale: Dirham marocchino (1 euro = 11,24 DM)

Prefisso telefonico internazionale per il Marocco: 00212 + il prefisso telefonico senza lo zero.

Telefono e Internet: è consentita l’importazione temporanea e l’uso di telefoni cellulari. Il Marocco fa parte del circuito GSM. La copertura è quasi totale per i tre operatori di telefonia mobile, Maroc Télécom, Meditel e Wana. Nelle regioni di montagna e nel deserto, Maroc Télécom garantisce una copertura migliore. L’importazione temporanea di radio CB è consentita.
Nelle città gli Internet café sono molto comuni e comunque non è difficile trovare un bar o un negozio che ti permetta di usare la loro connessione wi-fi.

Ambasciata italiana in RABAT: 2, Zankat Idriss Al Azhar BP 111 – Quartier Hassan – 10000 Rabat, Marocco – Tel .: 00212 537219730 – Mobile (attivo per le emergenze quando l’Ambasciata è chiusa): 00212 661 221324 – e-mail: ambasciata. rabat@esteri.it
Negli hotel la tensione è di 220, in posti più piccoli è ancora possibile trovare spesso 110 Volt.

CONTATTI UTILI:
Emergenze: 112
Polizia: 19 (rete fissa) e 112 (mobiles)
Ambulanza e vigili del fuoco: 15
Royal Gendarmerie: 177
Numero soccorso: 5050 (sull’autostrada)

CARBURANTE

Ci sono molte stazioni di rifornimento dove puoi trovare benzina e benzina senza piombo di buona qualità. Il costo medio (registrato il 21 marzo 2016) di un litro di benzina è di 0,95 dollari USA.

QUANDO VIAGGIARE

È difficile definire il clima del Marocco. Le dimensioni e la morfologia di questo Paese creano diverse zone climatiche. Generalmente possiamo definirlo come temperato in media (se escludiamo l’Alto Atlante in inverno, con neve e temperature piuttosto basse, e la striscia desertica in estate, con temperature elevate).

Il periodo di pioggia va da novembre a febbraio e aggiunge l’inconveniente di alcune strade che sono impraticabili.
Lasciare in primavera garantisce sole e clima mite (intorno ai 23-26 ° C ad Agadir e Marrakesh), alberi in fiore e cime ancora coperte di neve.

In estate la linea costiera mitiga il caldo con la brezza marina e le montagne, sopra i 1.500 metri (come la Valle di Ifrane per esempio) offrono un clima fresco.

Al di là dell’Alto Atlante, nel sud del paese è necessario affrontare temperature vicine ai 40 ° C.
L’autunno offre notti più lunghe e temperature più miti dell’entroterra: le piogge invernali non sono ancora arrivate ed è ancora contadino nuotare nell’Oceano.
Scegliere l’inverno significa puntare sulla lunga costa marocchina (sul Medio Atlante si scia) e sul deserto.

NOLEGGIO MOTO

I collegamenti aerei sono buoni sia per i voli interni che per i collegamenti verso l’Europa. Ci sono collegamenti con compagnie aeree low-cost che ti permettono di raggiungere facilmente e con poca spesa il Marocco. Se scegli di lasciare la tua bici a casa (ad esempio per ottenere il massimo da una breve vacanza) troverai molte agenzie specializzate in questo Paese. Eccone alcuni, ma online la lista delle possibili alternative è davvero lunga.

WWW.RENTALMOTORBIKE.COM
Sono presenti in molti Paesi in tutto il mondo. Il loro quartier generale in Marocco si trova a Marrakesh. È possibile noleggiare motorini e scooter di piccole, medie o potenti motorizzazioni, sia per fuoristrada che per fuoristrada.
Per preventivi o altre informazioni è necessario compilare un modulo. Il loro numero di telefono è +34 938770001.

HTTP://WWW.MAROKKO-URLAUB.COM
Agenzia che si trova a Marrakech. A richiesta inviano mappe e consigli sugli itinerari. Chilometraggio illimitato, caschi e custodie disponibili. Hanno molte moto: partiamo dalla piccola Honda 125 NXR fino alla BMW R1200 GS LC. Nel team ci sono anche guide europee fuoristrada esperte.
Tel: +49 (0) 6402 – 80 91 78, Fax: +49 (0) 6402 – 80 91 84 – email: info@marokko-urlaub.com

HTTP://WWW.GIACOMOFERRI.IT Pilota
off-road con una lunga carriera agonistica, che è diventato oggi un imprenditore in Marocco. Possiede un hotel ed è una guida per i motociclisti che amano l’Enduro, i fuoristrada leggeri e i viaggi su asfalto. Consigli su eventuali noleggi di biciclette.
Le Chevalier Solitaire – Giacomo Ferri – Merzouga – Marocco
GPS N 31.07.227 W 4.02.265 – info@elfaris.net – cell. 00212 6 76743480 – Skype: ferritwt

HTTP://WWW.AGADIRMOTOS.COM
Noleggio e assistenza con una guida locale di moto Yamaha, Honda, BMW e KTM. Nessun limite per gli itinerari. È possibile avere le biciclette noleggiate inviate direttamente all’aeroporto o all’hotel di molte città marocchine.
jouatours@gmail.com
Indirizzo 1: Bureau & Garage N ° 3 QI Bloc 11 Rue de Marrakech (près de l’église catholique Sainte-Anne) en face Banca BMCI – Agadir – Maroc
Indirizzo 2: Bureau & Garage 3, en Face de la place Jemmaa Lafna Marrakech Médina – Maroc –
Mobile Joua Nouredine: + 212 6 61 57 44 78

Social:
RSS
Follow by Email
Facebook0
Facebook
Google+34
Google+
https://www.riccardoguerrini.it/2018/01/18/informazioni-utili-per-il-marocco/
YouTube4k
YouTube
Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *