8 Giorno Merzouga – Agoudal

Dopo aver passato la notte in tenda in un campo Berbero nel Deserto, sono appena rientrato, adesso una doccia e poi via a mangiare un pò di km.

Sono le 9:00, il programma prevede di risalire fino a Tinghir, e poi visitare le gole del Todra, una volta saliti, se le strade saranno pulite, o taglierò attraverso l’atlante andando a oltre 3000 mt, oppure passerò da Agoudal, e riscenderò fino Mismir per concludere visitando le gole del Dades.

praticamente i primi 10 km della giornata sono a ridosso del deserto, e quindi il panorama e praticamente lo stesso, ovviamente tutto è molto scenografico, distese di nulla con un pò di rocce….durante il percorso trovo e sorpasso almeno 200 del 1300 Renault 4 di cui parlavo nell’articolo di ieri, fino a che loro, come punto di partenza di una delle tappe svoltano a sx e io proseguo direzione Tinghir.

Arrivo a Tinghir che sono le 12:00, e mi rendo immediatamente conto che è già molto tardi…..decido di salire su per le gole del todra, ( inserirò il video completo appena pronto ), le strade non sono buonissime come fondo, ma il panorama e da mozzare il fiato, mi sembra di essere dentro un film, palme deserto montagne, insomma è tutto un megamix del Marocco, questi colori delle pareti che ci circondano, sembra finto, e le gole che entrano dentro le montagne senza quasi capire dove sia il passaggio, è bellissimo..

Continuo su per la strada, quasi senza rendermi conto dei km, e dopo un pò, decido di fermarmi a mangiare qualcosa, durante il percorso che mi ha portato fino a qui, ho recepito informazioni in merito alla strada che mi dovrà riportare verso le gole Du Daes alla discesa, una, quella oltre 3000 mt sterrata dicono sia impraticabile dalla neve, e dall’altra che non ci dovrebbero essere grossi problemi, finisco il pranzo e il signore Marocchino, che prepara degli spiedini tipici favolosi, e delle patatine come si deve, mi conferma che la strada è aperta, quindi rimonto in moto e via direzione Agoudal.

Qui la strada si fa seria, è un passo asfaltato, ma con molta neve a oltre 3000 mt, io non mi sento bene, sembra che la febbre si sia alzata, ma nulla riesce a distrarmi dal panorama che mi circonda, e surreale pensare che solo stamani ero nel deserto con un Cammello, proseguo fino a svettare, in un cartello vedo scritto Agoudal 15 km.

Sono ormai le 17, e la il mio stato è davvero molto compromesso per continuare, gli ultimi km sono stati molto impegnativi, e sopratutto la temperatura è scesa in modo vertiginoso, il termometro segna °0, in più ho già affrontato 6 guadi con ghiaccio e neve.

Il giorno prima avevo visto dei possibili punti utili, lungo il percorso che mi sarebbero potuti servire, e cosi è stato, in tasca a quelli che mi dicono che sono paranoico……avevo visto un albergo, fra 3 disponibili, in questo paese a mia idea molto sperduto nel bel mezzo dell’atlante. Passo il primo, poi mi inoltro nel paese, e tutti salutano, poi vedo la scritta netspresso, e mi ricordo che l’avevo vista anche nelle recensioni il giorno precedente, il tempo di passare di fronte alla porta, e esce un ragazzo molto giovane, che fa segno come di fermarsi. Il posto e questo, quello che avevo visto, questa e la pagina Facebook del posto, decido di fermarmi anche visto il mio stato di salute.

Il proprietario, Ibrahim, è molto accogliente, prepara immediatamente la stanza, tempo di una doccia e mi offre un favoloso the’, caldo e davvero buono. Parlando un pò di Spagnolo, un pò di Francese e un pò di Inglese oltre all’italiano, riusciamo a capirci benissimo….per cena una zuppa calda, che per me è stata davvero miracolosa, e poi ovviamente un buon Tajin, Ibrahim mi mette praticamente tutto a disposizione, è di una gentilezza incredibile, riesce anche a rimediarmi una stufetta elettrica, la temperatura segna – 10°.

Dopo una favolosa serata, è arrivata l’ora di andare a letto.

Social:
RSS
Follow by Email
Facebook0
Facebook
Google+34
Google+
https://www.riccardoguerrini.it/2018/02/22/8-giorno-22-02-2018-merzouga-agoudal/
YouTube4k
YouTube
Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *