Chauvigny :

La sveglia suona, sono le 7:00.

Mi sbrigo a ricaricare la moto, ma con tutte le mie seghe non riesco a partire prima delle 8:30, in realtà non me ne frega nulla, non è che mi pagano, quindi come sempre faccio tutto con la massima calma, e parto.

Oggi l’obbiettivo e visitare le zone attorno a Le Mont Saint Michel, dove sono già stato in passato, ma ho scoperto che anche se non si vedono, ci sono dei bunker sulle spiagge attorno che fanno parte del Vallo Atlantico, scopo principale del Viaggio.

Attraversata la nuova Aquitania, è l’ora di volare la favolosa Regione della Loira, con colline davvero magnifiche, cosi suggestive da macinare km e km senza rendersene conto, ovviamente io ho percorso solo strade secondarie, anche perché, l’autostrada Francese, oltre ad essere carissima, ogni tre per due c’è un casello, e questo mi rompe davvero molto.

Entro in una delle mie regioni preferite, La Bretagna, con i paesini tipici che mozzano il fiato, e il sali e scendi del paesaggio che pare non finire mai, purtroppo non posso soffermarmi molto, stasera devo essere in Normandia, domani cominciano le gli Eventi più spettacolari del D-Day Festival, al quale torno per la seconda volta, e non me li perderei per nulla al mondo.

Arrivato a Le Mont Saint Michel, sulla strada principale proprio furi dal posteggio delle navette che accompagnano a fare le visite, c’è un Bar che si chiama Caffè le Mont Saint Michel, di fronte ci sono diversi accessi al parco, ovviamente sono quasi tutte strade private, ma mi prendo il rischio e mi inoltro per alcuni km all’interno di queste, fino a raggiungere un punto davvero vicino, ma dove non posso proseguire. Decido di lasciare la moto e incamminarmi a piedi, scavalcando alcune recinzioni, nella speranza che nessuno mi faccia spolverate, dopo circa una mezz’ora, trovo quello che non ho mai visto da nessuna parte, 4 favolosi bunker, che a occhio nudo da lontano, o per dirla meglio dalle strade comuni non si possono assolutamente vedere, sono davvero mimetizzati, ecco alcune foto.

Penso davvero che siano foto esclusive, non ho mai visto nulla di simile da nessuna parte, nemmeno internet cecandole, io ho scoperto queste postazioni, su un libro che parlava della difesa tedesca e del Vallo Atlantico, ma anche li, foto nulla, quindi averle trovate mi ripaga della sudata fatta a piedi.

Dopo circa 4 ore fra escursioni foto e video, mi rimetto in cammino con direzione Omaha Beach, dove ho fissato un posto da oltre un mese, se vuoi andare in questo periodo, e bene che tu prenoti prima, altrimenti dovrai dormire davvero lontano, durante il D_day Festival, le zone dello sbarco sono praticamente piene di persone, e non si trova un posto per nulla al mondo.

Mancano circa 150 km, e sono ormai le 17:00, dopo una merenda al top, di cui avevo bisogno, parto.

Alle 19:00 sono arrivato al campeggio dove sosterò per 4 notti, cosi da avere tutto il tempo disponibile, per visitare tutti i luoghi che ho selezionato, alcuni già visti, altri da scoprire perchè non presenti neppure nelle mappe.

Social:
Email
Facebook
Facebook
YouTube
YouTube
Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *