La sveglia stamani è per le 7:30, oggi vorrei arrivare a Sarajevo, ma prima ho una tappa speciale da fare, la Base Militare di Zeljava, che oggi è completamente abbandonata, e completamente visitabile.

Attraverso praticamente tutta l’Istria, e mi ritrovo di fronte a dei paesaggi mozzafiato, le penisole, e le isole di fronte a me sono davvero stupefacenti. Dopo un’oretta di autostrada, mi fermo per una sosta, e durante questa, conosco Bruno, un motociclista di Treviso, che sta viaggiano con la moglie per passare qualche giorno in Montenegro, anche lui ha una favolosa African Twin, quindi decido di scattarci una bella foto.

moto copyright (1 di 1)

Dopo due chiacchere, un saluto fra africani e ripartiamo.

Proseguo sulla E65 direzione Zagabria, poi prendo l’uscita che indica Ogulin,  proseguendo verso sud fino ad arrivare a Skradnik, dove poco dopo prendo una favolosa strada che consiglio , la Mreznica Canyon, che porta fino a Slunj. Proseguo fino a Zeljava, e e trovare la base non è poi difficile, praticamente c’e solo questa….. Ho il piacere di conoscere dei Viaggiatori dalla Spagna, che scattano volentieri una bella foto vicino all’Africona.

moto copyright (2 di 7)

moto copyright (3 di 7)moto copyright (4 di 7)moto copyright (5 di 7)

Dopo un pò di scatti e qualche video che caricherò al più presto, mi rimetto in cammino, entro in Bosnia, che dalla Base di Zaljava, e vicinissima, e alla dogana in 10 minuti faccio le procedure e sono dentro.

Procedo verso sud, costeggiando il confine con la Croazia, e decido pure essendo tardi di attraversare il Parco Nazionale UNA, che è davvero favoloso, costeggiando un fiume limpidissimo, e delle vallate incredibili, arrivo fino alla cascate di Martin Brod, faccio due foto, e poi proseguo, la direzione e Mostar, le strade sono davvero belle, e anche queste le consiglio in moto, oltre che costeggiare il canyon, sono di buona aspfaltatura e con la moto è un piacere.

Dopo circa 200 km arrivo nella cittadina di Livno, dove ormai sono le 19:50, e decido di fermarmi.

Su Booking, trovo un hotel davvero buono, il Park Hotel, che con un prezzo incredibile, offre posteggio privato e la possibilità di mangiare in ristornate, Pub, e griglieria, per di più nel bel mezzo del paese. All’arrivo la signora della reception, molto cortese, mi fa posteggiare la moto nella discoteca della struttura, avevo posteggiato in un sacco di posti, ma mai in una discoteca.

moto copyright (1 di 1)-3

Dopo una doccia, scendo e mangio un piatto locale, veramente buono, assaggio dei formaggi di Livno, e bevo due lt di acqua, per smaltire tutto decido di fare una passeggiata in questo magnifico paesino, dove sto sostando puramente per caso.

2713BFEC-D820-4594-B719-2DF2817F5374

Ormai sono le 23:00, e comincio a sentire un pò di stanchezza, quindi mi ritiro in camera a scrivere queste due righe e a riposarmi in previsone della giornata di domani, che mi porterà a visitare, Mostar, e a sostare a Sarajevo.

Buonanotte…….

Social:
Email
Facebook
Facebook
YouTube
YouTube
Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *