Stamani ho riconsegnato L’ Africa Twin Adventure Sports DCT, una moto per qui covavo diversi pregiudizi.

Dopo alcuni giorni e qualche centinaio di km posso raccontare la mia su questa moto top di gamma di Honda.

La prima cosa che si percepisce è ovviamente la semplicità della posizione di guida, che come avevo già’ provato sulla mia 2017  permette a chi ci sale per la prima volta una tranquillità che poche altre moto offrono.

Avevo mille dubbi, ma dopo alcuni giorni mi sono semplicemente reso conto che erano dubbi da bar, o da chi a prescindere non vuole accettare il futuro nel settore motociclistico.

La moto ha diverse possibilità di scelta per quanto riguarda le mappature di marcia, mappature che dopo pochi km riusciamo a programmare con semplicità. In modalità AUTO possiamo impostare la marcia standard, oppure la marcia sport, e immediatamente o con una o con l’altra ci si rende conto dell’impostazione scelta. Passando alla modalità manuale, che amo profondamente, qualsiasi mappatura si scelga consiglio di mantenere sempre il controllo della trazione più basso rispetto all’impostazione che da in automatico, (io mi sono trovato alla grande mettendolo tra 2 e 3 del massimo che è 7). Come nelle versioni precedenti  il controllo della trazione è sempre molto invasivo, soprattutto quando decidiamo di spingere un po’.

Ovviamente le configurazioni sono molte e non ho potuto testarle più di tutte, ma con quelle base si riesce davvero a divertirsi, vi posso assicurare di aver passato delle giornate davvero entusiasmanti con questa moto.

Quindi a conti fatti posso dire questo:

La moto sembra uno scooterone? NO

Ricordo a chi insiste a dire che è un motociclista vecchio stampo che 100 anni fa le moto erano molto differenti di quelle di oggi giorno, e che le innovazioni prima o poi arrivano.. In più sulla DCT è possibile, ( come optional) inserire anche il cambio meccanico, quindi smettiamo di dire fandonie perché la moto è davvero incredibile.

La moto è pesante e troppo grossa? NO

Non ho avuto grandi problemi, anche se i 5 cm e i circa 20 kg in più della mia 2017 si sono fatti sentire, sono 1.70 e ho dovuto fare alcuni numeri circensi, ma sono riuscito a gestirla senza grande difficoltà e ovviamente in off il discorso sarebbe stato un altro.

La comprerei? Di sicuro si

Quando ho acquistato la mia 2017, era già possibile ordinare L’Adventure Sports DCT, ma per affrontare i viaggi avventura che avevo messo in programma decisi di rimanere sul modello che seguivo da un po’. Certo che si che la comprerei, dovessi scegliere oggi non avrei dubbi, ovviamente con cambio meccanico in aggiunta, sono rimasto davvero entusiasta di questa moto, ma con la mia ho ormai un rapporto speciale, troppo speciale.

Ragazzi, presto posterò un bel video dei giorni passati con l’Adventure, nel frattempo tanto gas e tanta attenzione…..

Ringrazio ancora Honda MotorTime Lucca per avermi dato l’opportunità di provare questa moto e vi ricordò che la moto è disponibile in concessionaria per delle prove, così da togliervi ogni dubbio.

Social:
Email
Facebook
Facebook
YouTube
YouTube
Instagram

Commenta questo Articolo: