Se dovessi dare un titolo alla giornata di oggi, sarebbe di sicuro “Bene ma non Benissimo”.

Ma partiamo da ieri, verso le 18 è arrivata una mail dalla compagnia navale con la quale ho prenotato per il tratto Ancona Igoumenitsa che informava i passeggeri di un ritardo della partenza, dalle 18:00 alle 19:00, ovviamente del giorno seguente, fin qua poco male. Alle 20 arriva un’altra mail che informa di un nuovo orario, la partenza è stata spostata alle 20:30, in questo momento mi torna in mente quando l’anno scorso con la stessa compagnia sono rimasto bloccato in Grecia per due giorni, non che mi sia dispiaciuto sia chiaro, ma insomma è sempre una scocciatura parliamoci chiaro. quindi dopo aver ripensato a questa esperienza mi auguro che non ci siano altri problemi. Purtroppo alle 22 arriva un’altra mail che informa di un nuovo orario per la partenza, siamo alle 21:30.

Stamani ci alziamo con più calma visto il ritardo, avevamo previsto di fare un bel giro attraversando tutta la Toscana per poi passare dalle favolose grotte di Frasassi e giù giù fino all’imbarco, ma non è andata così.

Appena svegli entrambi non eravamo in buono stato di salute, ( strano è il primo giorno di ferie per tutti e due) Sandra stava molto peggio di me, quindi dopo aver provato alcune soluzioni senza successo è dovuta andare in farmacia per valutare il suo stato di salute e sentire anche L opinione del medico. Dopo aver preso alcune medicine per calmare il dolore allo stomaco e il fortissimo mal di testa, (che nel frattempo a me aveva concesso una tregua per finire di caricare la moto ) la situazione non era cambiata minimamente, in questo preciso momento, per la prima volta ho pensato che fosse il caso di rinviare la partenza ma Sandra non ne ha voluto sapere, abbiamo aspettato l’orario massimo che ci consentisse di arrivare ad Ancona per l’imbarco ormai previsto per 21:30 e alle 15 circa siamo partiti dopo essersi riposati al massimo, ovviamente abbiamo dovuto abbandonare il giro previsto, e ci siamo fatti l’autostrada fino a Perugia e dopo la superstrada fino ad Ancona.

Durante il viaggio ci siamo fermati più volte e Sandra stava davvero male ( molto male ), ma non ne voleva sapere di mollare e quindi a pezzi e bocconi abbiamo proseguito, nel frattempo visto che io stavo un po’ meglio, un’ape ha deciso di controllare cosa c era dentro la mia manica e mi ha sparato due belle punture, quindi nuova sosta e ghiaccio perché mi pizzicavano da morire.

Oltre a tutto oggi era un caldo micidiale, guardate ora è gradi con moto ferma da mezz’ora all’ombra ( fate voi ).

Ho sentito dire a qualcuno che il viaggio comincia quando cominciano i problemi… quindi questa volta posso dire di aver iniziato il viaggio con la moto ancora ferma in garage? … 😂😂😂

È stata una giornata impegnativa a livello fisico, ma Sandra è andata alla grande e non ha mollato, vi ricordò che questo è il suo primo viaggio in moto, e non andiamo a fare L aperitivo, l’obbiettivo è arrivare in Cappadocia e rientrare, non che sia chissà che, ma fidatevi non è una passeggiata.

Adesso come avete visto dalla foto in copertina siamo in Nave a ci siamo accaparrati un bel divanetto per la notte,( sperando non ci tirino fuori ).

Purtroppo oggi foto e video immaginerete non erano d’interesse, quindi tranne un paio di foto così al volo abbiamo pensato solo ad imbarcarci e ci siamo riusciti.

Buona serata amici, a domani sera con il diario della seconda giornata dalla Grecia 🇬🇷.

Social:
Email
Facebook
Facebook
YouTube
YouTube
Instagram

Commenta questo Articolo: